Lazioland Forum

Advanced search  

News:

Pages: 1 ... 8 9 [10]

Author Topic: Ultras suspend boycott...  (Read 5494 times)

hamid

  • LF Legend
  • *****
  • Country: 00
  • Posts: 2381
Re: Ultras suspend boycott...
« Reply #90 on: April 04, 2017, 11:01:56 AM »

Just saw this interview, and I thought its worth sharing:

---------------------------
Lazio, Diabolik: “Derby? Sarà dura, la Roma ha tutte le istituzioni a favore”

A poche ore dal derby parla il leader della Nord: “Questa sfida ci fa paura dal punto di vista arbitrale. Hanno venduto i biglietti a prezzi più bassi, dalla loro hanno anche il Governo e le banche”


Fabrizio Diabolik chiama la Nord a dare il massimo nel derby per bilanciare la superiorità numerica romanista. Parla uno dei leader della curva laziale, capace di fermare l’emorragia di una tifoseria lacerata dall’«antilotitismo» richiamando la gente allo stadio dopo una contestazione che stava sfiorando l’autolesionismo. E allora fuori la voce e tanto cuore per spingere la squadra in finale nel derby che segna il ritorno della Sud all’Olimpico.
Che ne pensa dell’eliminazione delle barriere?
«Qualcuno crede di essere stato fondamentale per toglierle ma si parla di una cosa inutile in partenza. Sono stati altri gli interventi decisivi per confermare l’onnipotenza giallorossa».
La curva Sud vi ha criticato per aver mollato la battaglia e di essere tornati allo stadio in anticipo?
«Non cambia nulla, ci sarà una barriera di steward. Se uno dovesse essere coerente, dovrebbe restare fuori ancora. Sono rimasto sorpreso degli striscioni per esponenti del governo fatti da loro tifosi l’altra notte. E poi in realtà nella loro curva ci sono sempre state 3-4 mila persone, noi avevamo svuotato tutto lo stadio. La nostra situazione era molto diversa».

In che senso?
«La Nord e la Sud non torneranno mai come prima, non esultiamo per questa cosa. Continuiamo a prendere multe per gli striscioni e cambi posti o per far partire i cori. Abbiamo scelto di continuare la battaglia da dentro perché si stava perdenedo la lazialità, c’era troppa disaffezione».

La contestazione a Lotito è finita?
«A prescindere dal presidente, io maledico quella strategia, fatta a fin di bene per carità. Ormai Lotito è diventato un alibi, per vedere le partite al pub o casa con gli amici tuoi. Non siamo entrati per un anno, poi abbiamo scelto di non lasciare città in mano alla Roma. Siamo tornati in 200 ora siamo 1500 in trasferta e il nostro “Gate 49” è pieno, da duemila siamo tornati a 15.000 spettatori all’Olimpico. Ormai i tifosi della Lazio sono solo quelli che vanno allo stadio. In questo senso mi aspetto a giugno delle iniziative adeguate dalla società per richiamare la gente all’Olimpico il prossimo anno».

Tutto risolto con la società?
«Neanche per sogno ma ora bisogna voltare pagina e cercare di fare il bene della Lazio. Alcune cose in quel periodo sono state fatte male, sfruttate da alcuni comunicatori che si sono appropriati della contestazione per avere benefici personali. Ma siamo stati noi ad essere andati in galera. Ci hanno messo in mezzo Chinaglia e dei truffatori, ora siamo maturi per dire che abbiamo sbagliato».

Un appello agli oltre 16.000 laziali di questo derby?
«Sarà durissima, questa sfida a noi fa paura dal punto di vista arbitrale. Hanno venduto i biglietti a prezzi più bassi, hanno tutte le istituzioni a favore, comprese quelle religiose, il Governo, le banche. Noi, però non ci arrendiamo e ci saremo con la solita rabbia, ci piace essere scozzesi in terra inglese: forza Lazio, avanti Curva Nord».

--------------
Google Translate:

Lazio, Diabolik: "Derby? It will be tough, Roma have all institutions in favor "

A few hours after the derby speaks of Northern leaders: "This challenge we fear from the arbitration point of view. They sold tickets at lower prices, from them also have the government and banks "


Fabrizio Diabolik calls the North to give my best in the derby to balance the Roma's numerical superiority. Talk to one of the Lazio curve leaders, able to stop the bleeding of a fan torn from '' antilotitismo "calling people to the stage after a dispute that was touching self-injury. And then out of the rumor, and so much heart to push the team into the finals in the derby which marks the return of South Olimpico.
What do you think of the elimination of barriers?
"Somebody believed to have been crucial to remove them but we are talking about something useless from the start. They were more the decisive measures to confirm the omnipotence of red and yellow. "
The South bend criticized you for having given up the fight and to be back at the stadium in advance?
"Nothing changes, there will be a steward barrier. If one were to be consistent, it should be out again. I was surprised banners for government officials made by their fans last night. And then actually in their turn we have always been there 3-4 thousand people, we had emptied the stadium. Our situation was very different. "

What do you mean?
"The North and the South will never return as before, do not rejoice for this thing. We continue to take fines for banners and places changes or to start choirs. We chose to continue the battle from inside because it was the perdenedo lazialità, there was too much disaffection. "

The dispute is over Lotito?
"Regardless of the president, I curse that strategy, made for a good charity. Now Lotito has become an alibi, to watch the games at the pub or house with your friends. We did not enter for a year, then we have chosen not to leave the city in the hands of Rome. We returned in 1500 we are 200 hours away and our "Gate 49" is full, we came back from two thousand to 15,000 spectators at the Olympic Stadium. By now the Lazio fans are the ones who go to the stadium. In this sense I expect in June of appropriate initiatives by the company to call people at the Olympic Stadium next year. "

All resolved with the company?
"Not a chance, but now we must turn the page and try to make the good of Lazio. Some things in that period have been hurt, exploited by some communicators who have appropriated the challenge to get personal benefits. But we who have gone to jail. They put us in the middle Chinaglia and fraudsters, we are now ripe to say that we were wrong. "

An appeal to the more than 16,000 Lazio derby of this?
"It will be tough, that challenge us scares the referee's point of view. They sold tickets at lower prices, have all institutions in favor, including religious ones, the Government, banks. But we will not give up and we will be there with his usual anger, we like to be Scots on English soil: Lazio strength, forward Curva Nord '.
Logged
we breathe LAZIO

SSL PADRONI DI ROMA

  • Aquilotto
  • *
  • Posts: 97
Re: Ultras suspend boycott...
« Reply #91 on: April 05, 2017, 11:34:50 AM »

I guess you can say they're officially back now.

WHAT a crowd yesterday. :offlag:
Logged

Sori

  • Aquilotto
  • *
  • Country: id
  • Posts: 46
Re: Ultras suspend boycott...
« Reply #92 on: April 05, 2017, 02:50:34 PM »

The coreography is spot on, i like it
With Mr. Enrich and IRR banner shown again so they lead this Ultras Lazio again? Or it's still Il Chinese?
Logged

SSL PADRONI DI ROMA

  • Aquilotto
  • *
  • Posts: 97
Re: Ultras suspend boycott...
« Reply #93 on: April 06, 2017, 11:02:14 AM »

IRR have been in charge since several years... Supposedly under 'Ultras Lazio' but they (clearly) still run things. Cinese is just one of several leaders. The 'main' leader, Diabolik, is not always there let's say.
Logged
Pages: 1 ... 8 9 [10]